Looking for America – mostra personale di Luigi Rocca

Looking for America – mostra personale di Luigi Rocca

Apre al pubblico domenica 7 maggio 2023 la mostra personale del Maestro iperrealista Luigi Rocca Looking for America, presso la galleria d’arte contemporanea Ghetto Et Cetera di Campo del Ghetto Nuovo 2919 a Venezia.

Con “Looking for America” Luigi Rocca torna nella sua città di adozione alla quale dedica l’omaggio di una tela in bianco e nero, in grande ed elegante contrasto con le altre coloratissime opere raffiguranti quell’America frutto dei suoi sogni. Ad esse si aggiungono due originali su carta risalenti agli anni ‘90 e mai esposti prima.

Fin dai primi anni ’70, Luigi Rocca ricerca un’America fatta di libertà, di possibilità, di grandi obiettivi raggiungibili grazie a forza di volontà e duro lavoro: il grande Sogno Americano. E’ l’America raccontata nei grandi romanzi di Jack Kerouak, William Faulkner, John Steinbeck, Ernest Hemingway, nei film con Dennis Hopper, Peter Fonda, Klint Eastwood, Al Pacino, nelle canzoni dei Credence Clearwater Revival, dei Buffalo Springfield, dei Jefferson Airplane, di Crosby, Steel, Nash & Young. L’influenza di questi artisti e delle loro opere permea l’intera vita del Maestro, dalla scelta dei soggetti fino al titolo di questa mostra (“America” di Paul Simon). Questo è il linguaggio con cui Luigi Rocca arriva al cuore del suo pubblico: non c’è distinzione di età, sesso, provenienza culturale, ognuno di noi ha un sogno (almeno) e nelle sue opere questo sogno si realizza.

Il valore tecnico delle sue opere è incontestabile: chiunque si soffermi sui suoi dipinti resta meravigliato da tanta abilità. L’ammirazione che Luigi Rocca prova per alcuni grandi dell’Arte figurativa (Hopper, Estes, Rauschenberg, Boldini) si manifesta chiaramente nei suoi lavori. Il suo primo estimatore, o fan come lo chiameremmo oggi, fu suo padre, un eclettico maestro elementare: in tempi in cui i genitori spingevano i figli verso lavori sicuri e remunerativi, Luigi ebbe la fortuna di essere lasciato libero di seguire la sua inclinazione e i suoi desideri. Da allora ha percorso la sua strada verso un sicuro successo, grazie anche ad un impegno continuo e costante non privo di notevoli rinunce: è il Sogno Americano che si avvera anche per un ragazzo della campagna friulana.

Non contiamo i quadri che abbiamo esposto dall’apertura della galleria, nel 1996, destinati a collezioni private in tutto il mondo, ma siamo fiere di ricordare le grandi mostre personali che gli abbiamo organizzato: nel 2004 “L’Impressionismo Iperrealista di Luigi Rocca” presso la Sala Civica Leonardo da Vinci di San Donà di Piave (VE) e “A new experience” presso il Museo Ebraico di Venezia, nel 2007 “Back Home” presso la Chiesa di Sant’Antonio Abate a Udine.

La mostra sarà visitabile da domenica 7 maggio 2023 a venerdì 9 giugno 2023 dal martedì alla domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18, chiuso il lunedì e il sabato pomeriggio.

— L’ARTISTA —

Pittore iperrealista, nasce in provincia di Udine nel 1952.

Dopo aver frequentato il Liceo Artistico a Venezia, si trasferisce a Torino, dove completa i suoi studi artistici. Fino al 1980 il Figurativo diventa l’oggetto delle sue creazioni, ma pure il Paesaggio lo affascina: guarda al passato, ma con occhio attento al presente.

Nel 1980 ritiene concluso quel ciclo di esperienze che pure gli avevano offerto i mezzi per vivere. L’America, ed in particolare gli Stati Uniti, lo affascinano. Così, senza perdere di vista il Realismo tanto amato, la sua pittura diventa più attuale.

Nel 1985 una sola mostra, quella della Galleria Viotti di Torino, lo consacra nella sua città d’adozione come uno dei più prestigiosi rappresentanti di quel genere pittorico tanto discusso. Da quel momento, comincia ad esporre a Portofino e all’Art Expo di New York, e negli anni successivi vengono allestite numerose personali tra New Orleans e San Francisco.

Dal 1996 Luigi è tornato a vivere a Venezia, ed espone le sue opere presso la sua galleria di riferimento, l’allora Melori & Rosenberg – oggi Ghetto Et Cetera – del Campo del Ghetto Nuovo. Da allora, in stretta collaborazione con la Galleria, ha esposto le sue opere in mostre personali di grande prestigio e in collettive itineranti esposte in musei e fondazioni.

Harry Mensing ha contribuito allo sviluppo della carriera di Luigi Rocca negli ultimi anni: dal 2006 gli ha organizzato molte mostre personali presso le sue Gallerie d’arte a Monaco, Hannover, Francoforte, Berlino e Amburgo e lo ha reso famoso anche in Germania. Le Gallerie Arnot di New York hanno esposto i suoi quadri con enorme successo fino alla chiusura nel 2020.

Nel 2022 ha esposto le sue opere in Galleria in una doppia personale con Donatella Chiara Bedello, sua allieva, intitolata “2 Painters in a Bubble“.

SFOGLIA IL CATALOGO MULTIMEDIALE:

Leave a Reply

Your email address will not be published.

otto + sette =